Frasi e giaculatorie di Sr. M. Teresa Spinelli

Io voglio Dio, voglio con purità compiacerlo, voglio quello che lui vuole, voglio per lui vivere e morire. (Lett. 119).

 

Se Voi non mi date, io non vi posso dare... Date, date, o mio Amore Crocifisso, che io vi darò (Lett. 27).

 

 

Dite al Padre mio ciò che volete e a me date grazia e forza per eseguire (Lett. 7).

 

O che purità di amore è in Dio! Tutto intero vole il mio core, perché Lui intero si dona a me. Ed ecco lo studio che dobbiamo fare di purificare l’anima mia, la mia umanità, in modo che nulla vi resti che non sia puro Iddio (Lett. 13).

 

Quanto sarà bello il Cielo!, Regno di quel Dio che noi serviamo! Ma quanto sarà più bello per noi, se ci seguiranno più schiere di anime, conquistate con le nostre fatiche, avvalorate dai meriti di Gesù Cristo, altrimenti che possiamo noi?  Nulla! (Lett. 118)

 

Voi suppongo che sempre più anderete gustando quanto sia grato il servire Iddio, non  in  modo  ordinario,  ma  chiamato  con distinzione a questo gran ministero dell'apostolato, come anche voi dite. (Lett. 119)

 

“Amate la cara solitudine dove troverete sempre il Sommo Bene. Cercate sempre più di unirvi alla sua santa volontà. Desiderate, ma desiderate Lui solo... Dio, Dio solo e niente più” (Lett. 116).

 

 

“La vera carità non è ristretta ma diffusiva” (Lett. 118).

 

Sia benedetto chi tanto opera in me.         (T. Spinelli, Lett. 96)

Sia benedetto e ringraziato il mio Dio Sapienza infinita. (T. Spinelli, Lett. 40)

Sia benedetto chi tanto mi conforta.         (T. Spinelli, Lett.. 25)

Sia benedetto chi tutto può, che è il mio Dio  (T. Spinelli, Lett.8)

Sia benedetto il mio unico e vero bene. (Lett.13)

Sia benedetto chi tanto mi assiste e mi ama. (Lett. 43)

Sia sempre benedetta la volontà del mio Dio  (Lett.. 7)

Sia benedetto il mio Creatore e il Redentore. (Lett.96)

Sia sempre benedetto il mio Padre Celeste. (Lett.. 86)

Sia benedetto l’autore del tutto. (Lett. 75)

Sia benedetto il mio Benefattore, il mio tutto. (Lett. 89)

Sia benedetto Chi tanto si mostra Bontà infinita.(Lett. 21)

Sia benedetto chi tanto mi pazienta. (Lett. 25)

Dio sia sempre ed in eterno benedetto. (Lett.  27)