Carissima suor Marta

Ci siamo conosciuti in occasione delle celebrazioni di S.Rita a Palermo, presso l’Istituto delle sue consorelle, dove mia figlia Giulia frequenta la scuola d’infanzia. Sono stato presentato da suor Regina che mi ha donato il suo libro “L’avventura di Teresa”. Devo complimentarmi per il testo, semplice, accattivante, altamente educativo.

Il personaggio se pur di due secoli fa dimostra una modernità che lo fa rendere vicino a chi lo conosce attraverso una scorrevole e interessante lettura. Ancora complimenti.

L’ho narrato alla mia piccola attraverso le immagini anche se nella sintesi della sintesi. Spero fra qualche anno che sia lei da sola a leggerlo.

Fraterni saluti da Giuseppe Sannasardo


Si dice che la musica è l’espressione più alta dell’arte ed è quella che si avvicina di più a Dio.

Per anni mi sono sentita ripetere, da mio figlio Giovambattista, che sentiva di dover svolgere la sua missione nella vita come musicista. Ho pregato tanto il Buon Dio e finalmente, per intercessione di Suor M. Teresa Spinelli, alla quale mi sono affidata continuamente, pregando con tutta me stessa, nella certezza che mi avrebbe aiutata e sostenuta, oggi mio figlio è entrato in Conservatorio all’Accademia di S. Cecilia di Roma, superando una selezione che direi molto severa.

Grazie, Suor Teresa, spero che le note del mio amato figlio arrivino fino a te per lodare tutti insieme il nostro Creatore.

Maria Rosaria Manco


Non è facile capire cosa succede quando si è chiamati dall’amore di Dio alla preghiera.

Una notte accettando che nulla potevo senza la Sua Volontà, mi sono addormentato affidandomi a Lui. Il giorno dopo il cielo nero e piovoso, non mi aiutava a rasserenare il mio animo. Chiedevo aiuto per riavere una dignità che ci spetta, in questo mondo terreno arido e sporco. Aspettavo da quattro mesi una chiamata per un lavoro che non arrivava mai. Tutto era in salita e le mie forze cominciavano a cedere. Tutte illusioni, tutti “Forse”, “Vedremo”, “Non si preoccupi”, “Le faremo sapere”. Abbattuto mentalmente mi appoggiai al letto e mi addormentai esausto. Mi risvegliai poco dopo e accesi la radio per rilassare il mio cuore, ascoltando parole rassicuranti. Spostai il canale su Radio Maria, e mi accorsi che stavano raccontando la storia travagliata, tormentata e miracolosa di Madre Teresa Spinelli. Coprii il mio viso e il corpo con quelle parole e chiesi con gli occhi pieni di stanchezza e paura un aiuto. Il giorno dopo ricordo di essermi svegliato con un altro spirito. Pensai fossero le ultime forze e mi vennero in mente le parole di mia moglie: “Il Signore si manifesta attraverso le piccole cose, i piccoli dettagli e quando capisce che le tue forze non sopportano di più, un gancio ti fa riavvicinare al suo amore”. Chiamai mia madre e andammo da Suor Stefania, presso le Suore Agostiniane Serve di Gesù e Maria.

Appena arrivai, dai muscoli delle spalle ai nervi del collo, sentii una pace, prima fisica e poi, appena la suora ci accolse, la pace invase anche il mio cuore.

Ci disse: “Fermiamoci e preghiamo”. Dopo un po’ la mia speranza di risolvere il problema era diventato un problema secondario, la cosa più importante era solo pregare, chiedendo aiuto a Madre Teresa Spinelli per intercedere presso il Signore Gesù. Salutandoci dopo aver pregato, Suor Stefania ci invitò ad andare presso gli uffici delle suore per prendere un appuntamento con la Direttrice ed esporre anche a lei la situazione. Suor Tecla, la Direttrice, dopo avermi ascoltato mi invitò a pregare e mi promise che anche tutte le suore avrebbero fatto lo stesso.

Tornammo a casa.

L’unica cosa che capii era che solo attraverso la preghiera … Gesù tutto poteva.

Il giorno dopo mi chiamò un mio amico che cercava una figura professionale e mi assunse presso la sua azienda.

Ogni mattina quando entro in ufficio il mio primo pensiero è rivolto a Gesù e a Madre Teresa Spinelli.

Con questo racconto voglio dare testimonianza del fatto che anche questa volta, grazie alle preghiere di mia moglie, di mia madre e di Suor Stefania, intercedendo presso Madre Teresa, le mie parole sono arrivate a Gesù. Attraverso l’amore mi sono potuto perdere nel cuore di Gesù e della Madonna, avvolgendo al mia famiglia di pace e di serenità.

Spero con tutto il cuore che questa mia testimonianza serva a tutti noi, affinché non ci abbattiamo mai e ci ricordiamo che l’unica cosa che conta nella vita è: “PREGARE CON UMILTA’ “.

Federico 


(domenica, 22 febbraio 2015 18:50)

Ho letto il libro su Teresa Spinelli ti coinvolge, lo consiglio!


…Gesù come fulcro nella vita di ciascun credente, intorno al quale ruota l’intera esistenza dell’uomo.  Gesù dice : “Se siete infelici non rimproveratelo a me”.  Anche se ogni credente cerca di avere un dialogo diretto con Dio, alcune volte non ci rivolgiamo a Lui per una sorta di reverenziale timore, ma chiediamo aiuto per le nostre necessità attraverso l’intercessione della Madonna o dei nostri Santi protettori.  Ed è con fede che ho chiesto l’intercessione di Suor Teresa Spinelli, affinché mia nuora portasse avanti la sua gravidanza senza problemi, dato che la prima non è andata buon fine.  Voglio ringraziare Suor Teresa Spinelli, insieme a tutta la mia famiglia e rendere nota questa testimonianza, poiché il 31 luglio 2014 è nato Lorenzo, questo nipotino, dono meraviglioso che il buon Dio ha voluto farci tramite l’intercessione di Suor Teresa Spinelli.

Gabriella Renzetti

 


Non è la prima volta che ricorriamo, nella nostra famiglia, alla preziosa intercessione di madre Teresa Spinelli per  ottenere delle grazie che puntualmente ci sono concesse con amore dal Signore. Questa volta, però, il tutto è avvenuto in un modo straordinario e sorprendente. Si prospettava la necessità, da parte di mia figlia, di procurarsi una casa più grande dopo la nascita della sua bambina, poiché aveva anche un maschietto. La difficoltà si presentava enorme  non avendo i mezzi necessari per procurarsela. Avrebbe potuto contare sull’aiuto paterno, ma la sua richiesta era caduta nel vuoto: si può anche capire tutto questo, perché non era certo una cosa da poco. Abbiamo cominciato a pregare Teresa Spinelli perché ci aiutasse a trovare la strada giusta e che fosse conforme alla volontà di Dio. Dopo circa un anno mia figlia mi ha raccontato di aver fatto un sogno veramente singolare. Le era apparsa una suora in abito agostiniano, piena di luce, che con un sorriso le aveva detto :”Non ti preoccupare la casa si farà”. Io ho pensato subito che si trattasse della madre Teresa che ci ha sempre aiutato, non ho dubbi in proposito, perché è a lei che siamo rivolti per questo problema. Dopo tutta una serie di altre grandi difficoltà alla fine mio marito ha iniziato i lavori per costruire una bella casa per la figlia, più bella di quanto lei stessa potesse sperare; con l’aiuto di Dio l’anno prossimo potrà andare ad abitarci.

Grazie Madre Teresa.

Una mamma

 


Buongiorno a tutti. Mi chiamo Arianna e vivo con la mia famiglia a Voghera (PV). Poiché i miei figli frequentano la scuola delle Suore Agostiniane Serve di Gesù e Maria, durante le vacanze estive li ho portati a Frosinone, dove è vissuta Sr. Teresa Spinelli, fondatrice delle Suore Agostiniane. 

Abbiamo pregato nella chiesa delle suore, dove si conservano i resti di Sr. Teresa. Io e mio marito abbiamo chiesto a Sr. Teresa Spinelli di proteggere sempre i nostri figli. Al termine della visita ho fatto una foto ai miei tre figli davanti alla statua di Sr. Teresa e, in modo inspiegabile si è creato un cerchio di luce sulla testa di Sr. Teresa. Sono certa che non ci fosse al momento in cui scattavo la foto perché tutta l'area era in ombra. Le suore di Frosinone mi confermano che alle spalle della statua c'è un muro altissimo.

Vi segnalo questo fenomeno che io interpreto come segno della protezione di Sr. Teresa Spinelli sui miei figli.

Arianna Palma

Commenti: 1
  • #1

    Sr. Pauline (lunedì, 10 marzo 2014 08:43)

    E' veramente meraviglioso. Sono sicura il Signore ha fatto capire che ha accolto la preghiera tramite l'intercessione di Madre Teresa Spinelli

    Sr Pauline



Ricorrenza della morte di Suor Teresa Spinelli


Alle 18 di oggi, 22 gennaio 2014, nella Chiesa di Santa Maria del Rosario di Ladispoli, il Parroco Mons. Alberto Mazzola ha celebrato la Santa Messa per la commemorazione della morte della grande Madre Maria Teresa Spinelli, fondatrice della Agostiniane Serve di Gesù e Maria.
Il nostro gruppo era al completo con la sciarpa bianca dell’A.L.A.S. e, unite intorno alle nostre suore, la Madre Provinciale Suor Tecla, Suor Stella, Suor Stefania, Suor Caterina e le amabili suore indiane, abbiamo pregato e ricordato la Serva di Dio Suor Maria Teresa Spinelli.
Attraverso le lettere spirituali di Madre Teresa Spinelli, constatiamo come sia stata una donna forte ma paziente, capace di sacrifici, dedita al prossimo, intenzionata a rimanere fedele a Dio.
Sentendoci sue figlie spirituali, vogliamo imitarla, continuare questo cammino di fede, seguire la scia del suo carisma, animati dalla carità e da quell’Amore Straordinario che ha invaso tutta la sua vita.
Facciamo nostre queste sue parole: “Non abbia io ad amare chi tanto mi ama? ”.
Infine abbiamo intonato il meraviglioso canto di Sant’Agostino: “Tardi T’amai”.
È una celebrazione che si ripete ogni anno, ma è sempre più emozionante, ci regala una serenità interiore che ci aiuta a crescere spiritualmente.
Ladispoli, 22 gennaio 2014

Margherita Cafiero


Desidero esprimere la mia riconoscenza a Suor Maria Teresa Spinelli che per la sua intercessione presso il buon Dio, in favore di mio marito, ha esaudito le mie preghiere. Da parecchio tempo, mio marito avvertiva dolori per tutta la vita, si è sottoposto a tutti gli accertamenti, durante i quali si intensificavano le mie preghiere a Suor Maria Teresa Spinelli.  I risultati sono buoni, nessun male grave, solo deve svolgere una vita più ordinata riguardo i vari orari di lavoro.

Grazie Madre Teresa, proteggi sempre la mia famiglia.

Roberta D., febbraio 2015


Si dice che la musica è l’espressione più alta dell’Arte ed è quella che si avvicina di più a Dio. Per anni mi sono sentita ripetere da mio figlio Giovanbattista, che sente di dovere svolgere la sua missione nella vita come musicista.

Ho pregato tanto il buon Dio e finalmente, per intercessione di Suor Maria Teresa Spinelli alla quale mi sono affidata continuamente pregando con tutto me stessa che mi avrebbe aiutato e sostenuta, oggi mio figlio è entrato in Conservatorio all’Accademia di Santa Cecilia a Roma superando una selezione che direi molto severa.

Grazie Suor Teresa, spero che le note del mio amato figlio arrivino fino a Te per lodare tutti insieme il Nostro Creatore.

 

Maria Rosaria Manco – ROMA-